CARNE PODOLICA 10 KG! 365 GIORNI AL PASCOLO!

245,00 €
Tasse incluse
Riferimento:

CARNE PODOLICA 100% GRASS FED!!!!

Azienda Agro-Zootecnica
Mosca Carmine
Codice Aziendale 014KR182
Melissa KR

Ho visitato di persona quest'allevamento calabro a giugno e non ho visto un filo di grano coltivato in zona per KM e KM.
Ho avuto modo di assaggiare la carne ed è fantastica!
PREZZO IMBATTIBILE CHE COMPRENDE LA SPEDIZIONE IN IMBALLI DI POLISTIROLO RIEMPITI DI GHIACCIO SECCO.

CONSEGNA 2-3 SETTIMANE DALL'ORDINE!

Ordine alla macellazione e consegna, con partenza il lunedì di 3 settimane successive, per l'adeguata frollatura leggermente più lunga dello standard.

Angelo Rossiello.

Size Chart
alt
CLOTHES
MEASUREXS/34S/36M/38-40L/40-42
UK681012
USA46810
FRA36384042
Waist (cm)64687276
Chest (cm)81858993
Seat (cm)899397101
Inseam (cm)81828384



SHOES
FOOT IN INCHESFOOT IN CMUSAEuroUK
23.56395
24.16.539.55.5
24.87.5406
1025.48417
10¼25.78.541.57.5
10½269428
10¾27.39.542.59.5
CLOTHES
MEASUREXS/34S/36M/38-40L/40-42
UK681012
USA46810
FRA36384042
Waist (cm)64687276
Chest (cm)81858993
Seat (cm)899397101
Inseam (cm)81828384



SHOES
FOOT IN INCHESFOOT IN CMUSAEuroUK
23.56395
24.16.539.55.5
24.87.5406
1025.48417
10¼25.78.541.57.5
10½269428
10¾27.39.542.59.5

How to Take Clothing Measurements

  1. Get a flexible measuring tape. These are often sold in craft stores
  2. Neck:
    • Measure around the base of the neck in inches.
    • Round up to the nearest half inch.
  3. Chest:
    • Wrap tape measure under armpits around fullest part of chest (usually right above nipples
  4. Sleeve:
    • Bend your elbow and rest your hand on your hip.
    • Have someone measure from the middle of the back of your neck to your wrist by putting the tape measure over your shoulder, around your elbow and to your wrist.
  5. Waist:
    • Wrap tape measure around where you normally wear your pants. Keep tape measure a little loose by keeping a finger between the tape measure and your waist.
  6. Inseam:
    • Put on a pair of shoes.Have someone measure from your crotch to back of the heel, where you want your pants to end.
  7. Hands:
    • Measure around the hand at the fullest part (exclude thumb). The number of inches shows the size of the glove.

PayPal

La qualità della carne podolica

 

Negli ultimi anni a seguito di numerosi scandali alimentari quali B.S.E. (mucca pazza), influenza aviaria, peste suina, il consumatore ha modificato le proprie abitudini indirizzando le proprie scelte su prodotti di qualità, prestando grande attenzione anche alla loro “storia”. Ovunque si sente parlare di qualità, ma cos'è la “qualità” di un prodotto? In base alla definizione I.S.O. (International Organization for Standardization):  “Qualità: insieme delle caratteristiche che conferiscono a un prodotto le capacità di  soddisfare esigenze esplicite e implicite”. Parlare di qualità soprattutto per quanto riguarda un prodotto alimentare ed in particolare della carne risulta piuttosto difficile, perché è un concetto dipendente da un gran numero di variabili molte delle quali sono soggettive e soggette alle mutevoli richieste dei consumatori. La carne di bovino fa parte del gruppo delle carni rosse. Il colore rosso è influenzato da un pigmento contenuto nel muscolo chiamato mioglobina, il cui ruolo è quello di immagazzinare l'ossigeno trasportato dal sangue con un altro pigmento simile contenuto nei globuli rossi: l'emoglobina. La tonalità della mioglobina è quella di un rosso scuro, visibile quando la carne è appena tagliata.

Con il passare di alcune ore, però, la mioglobina si ossigena e diventa di un rosso brillante, chiaro. L'intensità del rosso della carne è influenzata da molteplici fattori quali: razza, età, sesso e quantità di movimento che quotidianamente gli animali svolgono; si va da un carne più “chiara” per gli animali giovani ad un rosso scuro per i vitelloni.  L'eccessiva esposizione della carne all'aria, tuttavia, determina ossidazione con comparsa di sfumature sempre più scure.

I vitelloni podolici, allevati al brado (liberi al pascolo tutto l'anno), in virtù anche dell'elevato esercizio fisico presentano carni di un colore rosso intenso; tale colorazione non deve scoraggiare il consumatore ma tutt'altro, deve essere sintomatica di un prodotto di qualità, povero in grasso e con una sapidità superiore.

Altro aspetto importante è il contenuto in grasso, che dovrebbe essere ben compatto e non rancido. È uso comune demonizzare la carne grassa, ma proprio il grasso conferisce sapidità alla carne, contribuendo tra l'altro a mantenerne la tenerezza; il grasso, infatti, sciogliendosi nel liquido di cottura, rilascia all'interno della carne la giusta quantità d'acqua. Una carne buona e sana deve essere sempre leggermente grassa, questo è il segno di animali ben alimentati e in salute.

Il muscolo della carne troppo magra, infatti, non protetto dal grasso, va incontro durante la cottura ad un processo di contrazione delle fibre, per cui l'acqua di costituzione si spreme e si perde nel recipiente di cottura, lasciando una carne compatta, dura e insipida. In effetti più la carne è grassa e minore è la sua tendenza a perdere acqua. Quando si compra della carne sono sempre da privilegiare i tagli leggermente grassi (i più teneri); è sempre possibile, infatti, allontanare in un secondo momento, il grasso in eccesso dalla nostra porzione servita in tavola, mantenendo alte le caratteristiche di sapore e di succulenza.

Un altro aspetto importantissimo che preme a tutti gli acquirenti è la tenerezza della carne; chi di noi sistematicamente non fa la fatidica domanda al macellaio: “ma è tenera?”. La tenerezza è influenzata in primis dal contenuto in collagene e dalla sua durezza,che varia in funzione dell'età dell'animale, che più è giovane e più è tenera la carne. Differenze sul contenuto e qualità in collagene, sono riscontrabili tra tipi genetici differenti, la podolica ad esempio, presenta un contenuto in collagene superiore alle altre razze, pertanto molta attenzione va posta durante il processo di frollatura (maturazione) della carne.

La frollatura è un processo attraverso il quale si ha la “maturazione” delle carni, infatti, l'animale appena macellato presenta carni molto dure a causa dell'instaurarsi del “rigor mortis”, solo dopo un opportuno periodo di maturazione in cui interverranno processi biochimici si avrà la perdita di rigidità e le carni acquisteranno la giusta tenerezza e sapidità. Periodi troppo brevi di frollatura non permetteranno quindi il giusto grado di maturazione, pertanto, è consigliabile eseguire periodi di frollatura di 10-14 giorni in funzione dell'età e del sesso degli animali. Purtroppo è molto diffusa la convinzione che le carni devono essere acquistate appena macellate perché “fresche”, queste carni non ancora “mature”, alla cottura presenteranno maggiori perdite d'acqua e risulteranno dure.

97 Articoli

Riferimenti Specifici

Product Comments

Commenti (0)